Carta Flexia: vantaggi e svantaggi della revolving Unicredit

Carta di credito revolving o carta di credito a saldo, quale scegliere? Carta Flexia di Unicredit è una carta che riesce a mettere tutti d’accordo, in quanto oltre alla funzione revolving pura (rateizzazione tramite l’applicazione del tasso di interesse previsto nel foglio informativo) e a quella di rimborso a saldo, mette a disposizione dei propri titolari anche la terza modalità di rimborso, che è la optional revolving.

Normalmente tanta comodità e libertà di gestione dei pagamenti va pagata a caro prezzo, ma nel caso della Flexia questo aspetto, sicuramente negativo, viene a mancare. Detto questo vediamo se la carta Flexia è una card che conviene e quali sono le opinioni che possiamo farci sul suo conto.


?42461831C1524674698 Carta Flexia: vantaggi e svantaggi della revolving Unicredit

Carta Flexia Costi: convenienza a tutto tondo?

Come si può affermare che una carta sia o meno conveniente se ciò che offre non viene messo a confronto con i costi applicati e viceversa? Qui dobbiamo subito fare una premessa: la carta Flexia non è una carta di credito a canone zero (vedi carta Zerus). Ma può sorprendere il fatto che guardando tra i suoi pregi e i suoi difetti, e considerando ciò che realmente offre, risulterà una carta migliore di tante carte di credito che non prevedono il pagamento di un canone annuale o mensile.

Per prima cosa questa carta permette di esercitare una delle tre modalità di rimborso senza dover sottostare a delle limitazioni e senza dover pagare costi per poter passare da un modo di rimborso all’altro. Tra l’altro, a titolo di promozione, fino al 31 luglio prossimo la richiesta di una carta Flexia non prevede il pagamento del canone per il primo anno, il che permette di fare una prova gratuita, lunga 12 mesi, a costo realmente pari a zero. A questo si aggiunge anche il fatto che ad oggi è una delle poche carte che può essere usata nel sistema di pagamento Apple Pay. Detto questo come costi avremo:

  • canone annuale: 38 euro per la carta principale; 28 euro per la famiglia e la carta aggiuntiva;
  • costo emissione della carta 10 euro (gratis in promozione);
  • Taeg massimo: 14,83%;
  • commissione cambio valuta: 1,75%;
  • costo anticipo contante: 4%;

Si hanno invece come servizi gratis: rifornimento carburante, imposta di bollo, servizio touch&Pay, servizi informativi e alert (sms, e-mail).

Come gestire Carta Flexia?

Per semplificare la gestione, e permettere di fare i cambiamenti che si reputano necessari solo all’occorrenza, quando si sceglie un modo di rimborso questo rimane in default nel sistema. Quando si decide di cambiare si potrà fare una telefonata al numero verde (800.078.777) oppure usare gli Atm evoluti o recarsi in Agenzia, per cambiare la modalità di rimborso. In tutti i casi non viene applicato un costo di servizio e non ci sono limitazioni per i cambi che si deciderà di fare in qualsiasi momento.

Il plafond è tra i 1000 e i 5 mila euro. Si ha massima flessibilità per poter gestire il pin, ed anche per poter spostare la data di rimborso dal 5 al 27 del mese successivo. Fin qui le opinioni non possono essere che positive.


?42461831C1524674698 Carta Flexia: vantaggi e svantaggi della revolving Unicredit

Carta Flexia opinioni a confronto

Quando si ha a che fare con una carta revolving non si può non dare un’occhiata alla sfera economica. In particolare bisogna valutare quanto ci verrà a costare la parte della rateizzazione in modo reale. Con la Carta Flexia si dovranno fare queste valutazioni guardando sia al rimborso con optional revolving che con revolving pura. Per quanto riguarda la convenienza, secondo dei calcoli effettuati anche da alcune associazioni dei consumatori, vediamo che per importi contenuti la modalità optional revolving è abbastanza conveniente. Per importi più elevati bisognerà fare le proprie valutazioni caso per caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *