iPhone a rate: le alternative senza busta paga

Tra i device più desiderati in commercio troviamo sicuramente l’iPhone 7 che con il suo design accattivante e le elevatissime performance è in grado di soddisfare anche i palati più esigenti. Acquistarlo a rate è indubbiamente una scelta necessaria e anche valida, anche fatte alcune considerazioni.

Ma a che prezzo? Gli smartphone della mela morsicata nelle versioni più esclusive arrivano infatti a costare oltre 1000 euro, anche svariati mesi dopo l’uscita in commercio. Si tratta di uno dei pochi device che non è soggetto al deperimento del valore in modo veloce come accade con prodotti concorrenti.

Come è possibile regalarsi il top dei device Apple senza ‘sborsare’ immediatamente tutta la cifra? Quali sono le possibili alternative all’acquisto a saldo? Vediamo nel particolare come acquistare un iPhone a rate e quali sono le soluzioni più convenienti.


?42881018C1766448876 iPhone a rate: le alternative senza busta paga

iPhone a rate con i provider: l’offerta Tim

Quando si vuole acquistare un iPhone a rate od, in generale, un device con pagamento dilazionato (vedi anche S8 a rate) la prima soluzione logica risulta essere quella delle offerte via ‘provider’. Tutti i principali gestori telefonici italiani presentano infatti una propria proposta (logicamente senza busta paga) per iPhone a partire da Tim per arrivare a Wind, Vodafone e Tre.

Proprio Tim presenta alcune proposte di interesse per acquistare il modello più performante, ovvero l’iPhone 7 256GB  (costo 1029,99 a settembre del 2017). Nel particolare troviamo due soluzioni:

  • la prima permette di avere l’iPhone a rate con un anticipo di 129 euro e successive trenta rate di 30 euro (è compreso un GB al mese di Internet 4G ). Le rate saranno addebitate su carta di credito;
  • la seconda è rappresentata dalla Tim Next  che offre le stesse condizioni della proposta precedente garantendo un GB in più al mese. Con Tim Next è inoltre possibile dopo un anno cambiare il proprio iPhone con l’ultimo modello Apple o con un’altro smartphone top di gamma.

iPhone a rate con Apple

E’ logicamente possibile acquistare il proprio iPhone a rate anche negli store Apple (in primis quello online). In tal caso il finanziamento è erogato da Agos. La durata è al massimo pari a tre anni con la prima rata posticipata di un mese. Il Tan è intorno al 9,20% per quanto riguarda la fine del 2017. Per tutte le info è possibile contattare l’800554533 oppure entrare qui.

iPhone a rate nei grandi magazzini e con le catene di elettronica: anche a tasso zero?

Questa può rappresentare una delle soluzioni più convenienti a patto di confrontare con attenzione le varie proposte che ciclicamente le catene di elettronica (Unieuro, Mediaworld, Euronics, Trony, ecc) offrono ai propri clienti. Tali offerte  si palesano non solo con gli sconti sul prezzo di listino quanto sui finanziamenti associati.

In molti casi sarà infatti possibile ottenere il proprio iPhone a rate a tasso zero come nel caso di Mediaworld che in svariati periodi (ad esempio per il venticinquesimo anniversario nel 2017) permette di arrivare fino ad una dilazione di 25 mesi senza interessi. In questi casi è logicamente necessaria una busta paga o, nel caso degli autonomi, dell’Unico.

Iphone a rate con Pagodil: il finanziamento senza busta paga?

In alcune catene di elettrodomestici è possibile usufruire per acquistare il proprio smartphone di una particolare forma di dilazione di pagamento che prende il nome di Pagodil. Rispetto ad un classico finanziamento non richiede documenti reddituali ed è immediatamente erogato. Per ottenere un iPhone a rate con Pagodil è infatti sufficiente:

  • il proprio bancomat oppure il libretto degli assegni da presentare al momento del pagamento;
  • il codice fiscale o tesserino sanitario;
  • documento;
  • un cellulare su cui ricevere l’sms di eseguita transizione.

Questa avverrà tramite Pos dopo un rapido controllo. A questo punto si potrà portare via il proprio iPhone senza sborsare un euro mentre il pagamento avverrà in 3, 6 o 10 rate a seconda degli accordi tra Cofidis ed il negozio. Un esempio a riguardo è dato da una delle catene più conosciute dagli amanti Apple e cioè Med Store.

In quest a catena Pagodil può generalmente essere richiesto per importi superiori ai 300 euro fino ai 3500. Come spesso avviene con Pagodil non tutti i negozi della catena offrono tale servizio per cui è  necessario chiedere prima di procedere al pagamento od informarsi sul sito (vedi qui).


?42461831C1524674698 iPhone a rate: le alternative senza busta paga

iPhone a rate anche su Amazon? Con Wind è possibile

Acquistare un iPhone 7 a rate è possibile anche su Amazon e non solo riferendosi alle carte revolving che ci permettono  di rateizzare qualsiasi acquisto online (e non) sfruttando in alcuni casi condizioni molto valide come ad esempio la Zerus Agos o la Carta Flexia di Unicredit.

Il colosso dell’ecommerce permette infatti di acquistare il top di gamma della Apple tramite Wind e precisamente grazie alla promo Wind Pack. Ne è un esempio la proposta per l’Apple iPhone 7 Plus Smartphone, 128 GB, Red (Anticipo) + SIM Wind ricaricabile con offerta Wind Smart 10 + Wind Packir?t=ricettperbamb-21&l=am2&o=29&a=B0725NRVB2 iPhone a rate: le alternative senza busta paga.

L’offerta iPhone Amazon/Wind prevede un anticipo di circa 319 euro e 30 rate da 21 euro. E’ da sottolineare come all’interno del canone mensile siano compresi 2 GB mentre nell’anticipo iniziale 20 euro di ricarica. Con la promo si ottiene infatti la Wind Smart 10+ che al costo di 10 euro ogni quattro settimane offre 1000 minuti di telefonate ed altri 8 GB. La consegna a domicilio è gratuita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WordPress spam blocked by CleanTalk.