Trova oggi il miglior prestito 2017: costi, rata, durata

Come si può fare per trovare il miglior prestito dell’importo di cui si ha bisogno, entro tempi ragionevoli?

Combinare queste tre condizioni può sembrare ad alcuni impossibile, ad altri inverosimile, mentre altri ancora penseranno che si tratta di una situazione fin troppo normale e facile da ottenere. Quindi viene naturale porsi un’ultima domanda: quale è la verità tra le tre ipotesi?

Infatti a tutti sarà capitato di rivolgersi a una banca e sentirsi dire che le proprie garanzie non sono sufficienti, che la cifra richiesta, ad esempio di un prestito 5000 o 10000 euro, non può essere concessa perché non si ha un reddito sufficiente, o che i tempi necessari per poter valutare la richiesta sono molto lunghi, e che quindi non si riuscirà ad ottenere i soldi di cui si ha bisogno in tempo utile.

Quindi per prima cosa ci si deve interrogare su quale sia la condizione fondamentale perché si tratti del miglior prestito rispetto alle esigenze, e quindi sul tipo di utilizzo che si dovrà farne. Una volta affrontati questi due aspetti, diventerà molto più facile trovare il prestito migliore nel modo anche più semplice e veloce possibile, senza trascurare anche il canale utilizzato per la richiesta, ovvero se si opterà per il miglior prestito online oppure per quello più valido ma ottenuto in modo tradizionale.

tb Trova oggi il miglior prestito 2017: costi, rata, durata

Il miglior prestito online: come trovarlo?

Prima di considerare il tipo di uso o la finalità per cui si sta cercando il miglior prestito online, si deve guardare con attenzione alla convenienza. Ormai si è così abituati a sentir dire che ciò che si compra on line, sia che si tratti di un prodotto, di un’assicurazione auto, o di un finanziamento, sicuramente offrirà le condizioni migliori. Ma non è sempre così.

Ci sono prestiti online che hanno condizioni economiche meno convenienti rispetto a quelli tradizionali, o anche se con bassi tassi, al pari di specchietti per le allodole, costringono poi a ripiegare verso prodotti molto più costosi. Quindi per prima cosa si deve fare una comparazione sul Taeg di vari prodotti grazie ad un calcola rata prestito, e poi comunque chiedere un preventivo per ciascun prodotto selezionato.

A questo punto si confronta la cifra che si dovrà restituire al termine del piano di ammortamento, e molto spesso si rimarrà sorpresi nel vedere che tra spese di incasso, spese di comunicazione, e altri costi accessori si ha un esborso per costi non necessari veramente spropositato. Quindi comparare va bene, ma senza un vero e proprio preventivo, si rischia di acquistare un prodotto che mantiene una cosa ma poi ne mette in pratica un’altra.

Miglior prestito personale o finalizzato?

La libertà che si ha con un prestito personale sembrerebbe meritarsi quel surplus di interessi ai quali viene normalmente sottoposto rispetto ai finanziamenti finalizzati (ad esempio Trony finanziamenti), specialmente quando beneficiano di agevolazioni legate ad accordi particolari, fino ad arrivare alla condizione migliore, ovvero il tasso zero (anche se non sempre si ha un reale tasso 0).

Quando si è davanti ad un’alternativa, anche nel caso del miglior prestito auto nuova o usata (specialmente tramite il leasing a privati), è sempre quello finalizzato che offre due vantaggi in più rispetto ai prestiti personali:

  • maggiori possibilità di ottenere la somma richiesta;
  • tassi e spese accessorie mediamente più bassi.

Quindi se si viene messi davanti alla scelta tra un prestito auto personale oppure specifico, meglio guardare ancora una volta al Taeg, ma quasi sempre sarà il secondo a vincere nel confronto, quindi mai farsi convincere da chi propone solo la prima possibilità. In alcuni casi però ciò non è possibile, come ad esempio quando a richiedere il finanziamento è un cattivo pagatore o si tratta di protestati, considerato che rimane aperta la porta solo dei prestiti cambializzati e le cessioni del quinto (leggi cessione del quinto Hello Bank).

La durata ideale del miglior prestito?

La differenza tra la durata massima e minima è condizionata dal tipo di prestito richiesto:

  1. quello veloce o immediato è per piccoli importi con durate che difficilmente superano i 36 o 48 mesi;
  2. la cessione del quinto dello stipendio o il prestito con delega puntando a importi spesso molto alti, si possono spingere fino a 120 rate.

Oggi ci sono anche prestiti personali che prevedono una durata fino a 10 anni di rimborso, ma molto spesso la durata del piano di ammortamento è legata dalla cifra richiesta.

La rata per il miglior prestito: quanto è?

La rata di un finanziamento dipende dall’importo, dal tasso e dalla durata del piano di ammortamento, per cui così come non esiste un miglior prestito in senso assoluto, non c’è nemmeno una rata ideale in senso stretto. L’importo della migliore rata, tanto di un prestito da 30 mila euro, 10000 euro oppure 5 mila o 25 mila, dovrebbe dipendere principalmente dalla propria capacità di rimborso, ovvero da quanto sia più o meno sostenibile il pagamento, ogni mese, di un determinato importo.

Una volta raggiunta la soglia della sostenibilità senza eccessivi sforzi, allora è bene non cercare di abbassarla ulteriormente. Questo perché, quando ci si trova davanti a un prestito, così come ad un mutuo, si deve considerare che (ad eccezione dei prestiti a tasso zero) per il calcolo degli interessi viene applicato l’ammortamento alla francese.

Per ridurre ulteriormente la rata si deve andare ad allungare il piano di rimborso, quindi il numero delle rate, con un maggiore impatto degli interessi passivi che verranno complessivamente restituiti. Meno importante l’aspetto delle spese d’incasso grazie ai numerosi conti che ne prevedono l’azzeramento (vedi Miglior conto per prestito)

Il miglior prestito veloce o immediato

La maggioranza dei casi in cui si ha maggiore difficoltà ad ottenere la somma di cui si ha bisogno sorge in modo improvviso e inaspettato. In questi casi si cercano dei prestiti velocissimi, per avere subito la somma di cui si necessita.

Ma una risposta immediata è impensabile (anche se per alcune risposte non si devono attendere oltre 24 ore), a meno che non si opti per due situazioni specifiche: l’uso di una carta revolving (ci sono anche quelle a tasso zero, per determinate situazioni) oppure l’accesso ad un Fido bancario  (vedi anche Pagodil).

Come altra alternativa si ha il prestito su pegno, non molto usato perché sono poche le banche attrezzate per la sua gestione. Tra l’altro queste tre situazioni vanno bene tanto per i lavoratori autonomi che per i dipendenti, e si adattano anche a chi non ha una buona reputazione sul credito (vedi anche prestiti senza garanzie).

tb Trova oggi il miglior prestito 2017: costi, rata, durata

Ultime notizie

Approfondimenti

2 pensieri riguardo “Trova oggi il miglior prestito 2017: costi, rata, durata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *