Mutuo prima casa Unicredit: il tasso fisso è davvero all’1%?

Il nuovo mutuo prima casa Unicredit (valido comunque anche per la seconda casa) può essere richiesto per le finalità di acquisto, sostituzione, surroga o ristrutturazione di un immobile ad uso residenziale.

Questo mutuo (sempre appartenente alla linea Mutuo Valore Italia) in particolare viene proposto con un tasso fisso, che può essere considerato “tutto finito” quindi senza l’aggiunta di uno spread.

Mutuo prima casa Unicredit: che cosa offre?

Sicuramente il primo aspetto che spicca con questo mutuo è proprio la scelta del tasso fisso finito collegato alla durata e all’importo di finanziamento richiesto rispetto al prezzo o al valore dell’immobile. Ciò rende molto facile fare il calcolo sulla convenienza, anche utilizzando dei tool indipendenti.

?44218037C1126820189 Mutuo prima casa Unicredit: il tasso fisso è davvero all'1%?

In particolare il tasso fisso sarà:

  • pari all’1% se si sceglie un mutuo con copertura del prezzo o del valore dell’immobile fino al 50% e con una durata di massimo 10 anni;
  • pari al 2,5% se si sceglie una durata che va da 11 a 20 anni e una percentuale di copertura del prezzo o del valore sempre max del 50%;
  • 2,80% con la stessa percentuale di copertura ma durata dai 21 ai 30 anni di durata.

Per il resto non servono particolari requisiti o condizioni, coprendo tutte le varie finalità legate ad un immobile (fatta eccezione solamente del mutuo di liquidità).

Mutuo prima casa Unicredit: condizioni economiche e caratteristiche

Per i tassi del nuovo mutuo Unicredit (vedi anche Mutuo Hello Bank) si hanno quindi solamente tre possibili situazioni, come abbiamo visto: tasso all’1%, al 2,5% e al 2,8%. Queste percentuali sono a loro volta legate a una percentuale LTV del 50%. Comunque per acquisto o surroga sono previste anche percentuali LTV maggiori.

L’importo minimo finanziabile è fissato in 30 mila euro. Senza l’aggiunta di costi si potrà contare su tre opzioni che rendono il mutuo ancora più flessibile.

Si tratta di tre opzioni esercitabili in modo facoltativo con il solo limite di dover attendere che siano stati rimborsati almeno 24 mesi del piano di ammortamento. Queste tre opzioni sono:

  1. taglia rata: per un massimo di 12 mesi si può rimborsare una rata fatta di sola quota capitale (senza interessi);
  2. riduci rata: allungando la durata, fino a un massimo di 4 anni aggiuntivi, si ottiene una riduzione dell’importo delle rate da restituire;
  3. sposta rata: per un massimo di tre volte non necessariamente consecutive si può spostare il pagamento di una rata alla fine del piano di rimborso.

Dall’esempio fatto sul sito Unicredit vediamo che su un importo di 100 mila euro e rimborso in 10 anni, l’ammontare complessivo di interessi da restituire sarà di poco superiore gli 8 mila euro. Le spese di istruttoria sono pari a 1,25% (non dovute nel caso di mutuo di surroga).

?44218037C1126820189 Mutuo prima casa Unicredit: il tasso fisso è davvero all'1%?

Conclusioni: conviene il Mutuo prima casa Unicredit?

Per ottenere un preventivo riguardante il nuovo mutuo Unicredit non impegnativo bisogna fissare un appuntamento (clicca ad esempio qui). Questo può essere fatto semplicemente andando sull’apposita funzione fissa un appuntamento, e scegliere la filiale più comoda da raggiungere.

Comunque l’incontro e l’eventuale preventivo non ha carattere vincolante. E’ possibile richiedere ulteriori informazioni chiamando il numero verde 800.660.695.

Si tratta di un ottimo mutuo per percentuali di finanziamento della casa non troppo elevate mentre non si adatta assolutamente a chi è alla ricerca di un mutuo 100 (vedi anche Mutuo Cambio Casa).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *