Pagodil: come funziona il prestito senza interessi e senza busta paga?

Acquistare a rate è utile ed in alcuni casi addirittura necessario. Se non si vuole accendere un normale finanziamento finalizzato o un prestito personale, e nemmeno pagare gli interessi spesso troppo elevati di una carta revolving, si può utilizzare Pagodil, un servizio di dilazione dei pagamenti messo a disposizione da Cofidis Spa.

Funzionamento

I negozi che vogliono offrire come ulteriore sistema di pagamento PagoDIL devono accordarsi con Cofidis anche per scegliere la durata della dilazione che viene concessa poi ai propri clienti (clicca qui per i contatti).

Invece coloro che vogliono acquistare nei negozi, scegliendo di pagare a rate ma a tasso zero, senza dover firmare alcun contratto o attendere la risposta di una finanziaria, devono semplicemente essere muniti di Bancomat o assegno, documento di identità, codice fiscale o tessera sanitaria, e chiedere al momento in cui si è alla cassa di voler usufruire del servizio Pagodil.

tb Pagodil: come funziona il prestito senza interessi e senza busta paga?
Se si è in uno dei negozi convenzionati con Pagodil, l’esercente ad esempio passerà il bancomat nel Pos, e poi farà firmare la ricevuta del bancomat che fungerà da documento giustificativo del finanziamento (pagamento).

Cofidis Retail: come funziona il servizio PagoDIL from COFIDIS SPA on Vimeo

.

Pagodil: quanto costa?

Utilizzare il servizio PagoDIL di Cofidis SpA e comprare a rate con bancomat od assegno non presenta alcun costo di istruttoria o concessione del servizio e, così come avviene per Centax, una volta che la società avrà fatto un rapido controllo sulle possibilità di copertura della spesa, l’acquirente si porterà a casa la spesa fatta, rimborsandola mensilmente, alla pari di un altro prestito a rate senza costi aggiuntivi o interessi.

Vantaggi e svantaggi

Il vantaggio è evidente: si acquista subito, ma si paga un poco alla volta senza alcuna spesa o costo aggiuntivo. Gli svantaggi invece sono dovuti al fatto che questo servizio può essere usato solo presso i negozi o esercenti che abbiano disposto l’attivazione del servizio disposto da Cofidis Spa.


?42585008C1415428780 Pagodil: come funziona il prestito senza interessi e senza busta paga?

Soprattutto con le grandi catene di negozi come ad esempio Mediaworld, Trony o Unieuro si possono riscontrare delle discrepanze, in quanto ad aderire a Pagodil potrebbe essere un negozio specifico, ma non l’intera catena. Ad esempio può succedere che un Expert di Napoli abbia il servizio Pagodil, ma che gli altri della stessa città, oppure che si trovano a Roma o Milano, non siano abilitati.

Quindi la prima cosa da fare è controllare se sulla porta del negozio è esposto il logo di Pagodil e, soprattutto, chiedere al venditore se offra il servizio PagoDIL tra le modalità di pagamento accettate. Anche per conoscere il numero di rate in cui si potrà rateizzare la spesa fatta, si dovrà sempre domandare al venditore, visto che generalmente Pagodil prevede una rateizzazione standard di 6 mesi.

Attenzione: a seconda degli accordi commerciali con Cofidis SpA, i negozianti possono offrire un numero di rate minori oppure superiori.

Pagodil rifiutato: è possibile?

Può succedere che la richiesta di Pagodil possa dare esito negativo? La risposta è affermativa ma perché Pagodil venga rifiutato devono verificarsi alcune situazioni che possiamo sintetizzare in:

  • non abbiamo un conto corrente che comunica con il sistema di accesso del Pos;
  • viene usato un bancomat che non funziona per il tipo di procedura (può succedere soprattutto con quelli collegati a conti base);
  • il conto corrente da usare è andato in rosso senza autorizzazione;
  • si tratta di un conto corrente che ha sempre saldo praticamente nullo.

I migliori 3 prestiti in alternativa

Nel caso ci si voglia riferire ad un classico finanziamento in alternativa a Pagodil oppure se l’esercente non offre questo interessante servizio ecco la proposta dei migliori 3 istituti di credito:

Younited CreditPreventivo online: siRichiesta veloce: si ?40918974C1903681 Pagodil: come funziona il prestito senza interessi e senza busta paga?
Prestiti UnicreditPreventivo online: siRichiesta veloce: si ?42787353C732634420 Pagodil: come funziona il prestito senza interessi e senza busta paga?
Prestiti FindomesticPreventivo online: siRichiesta veloce: si

Ricordiamo che la richiesta di un preventivo non è assolutamente vincolante. Anzi il confronto di più preventivi permette un scelta maggiormente consapevole del prestito più adatto alle proprie esigenze.

Sei un dipendente? Chiedi un preventivo senza impegno a Signor Prestitotb Pagodil: come funziona il prestito senza interessi e senza busta paga? e scopri la convenienza e la comodità della cessione del quinto!

14 pensieri riguardo “Pagodil: come funziona il prestito senza interessi e senza busta paga?

    • 14 maggio 2017 in 19:53
      Permalink

      Buongiorno Pietro. Certamente è una delle poche forme di dilazione accessibile insieme alla cessione del quinto ed al prestito su pegno.

      Risposta
  • 6 giugno 2017 in 0:01
    Permalink

    Salve io stasera ci ho provato e non è andato a buon fine.. dicendo appunto che c’erano delle pendenze, quindi non è vero che lo accettano a chi come me ha avuto pur non volendo dei ritardi di pagamento in passato

    Risposta
    • 1 luglio 2017 in 9:13
      Permalink

      Buongiorno Bonnie. Da quanto ho potuto appurare, anche contattando esercenti che offrono la possibilità di pagare con Pagodil, l’ipotesi più probabile è legata a pendenze presenti al momento della richiesta con la banca che ancora si sta utilizzando (ed a cui si chiede quindi il ‘permesso’). E’ questo il suo caso? Ho comunque contattato Cofidis per chiedere alcune ulteriori delucidazioni a riguardo. Appena avrò delle risposte le fornirò anche a lei.

      Risposta
    • 24 settembre 2017 in 12:26
      Permalink

      Buongiorno Luca, la possibilità di pagare con carta Bancoposta ed assegni Bancoposta è contemplata anche se con qualche possibile limitazione. Nel caso della carta è ad esempio segnalato un inconveniente legato al Pos scelto dall’esercente che deve essere abilitato al circuito FastPay (aspetto ormai comune). Per gli assegni postali il tutto dipende dagli accordi tra Cofidis e l’esercente (ad esempio la convenzione con l’associazione nazionale dei dentisti la contempla mentre quella con un negozio di orologi di Rimini no).

      Risposta
  • 21 ottobre 2017 in 10:55
    Permalink

    Deve essere presente l intero importo da dilazionare sulla carta al momento dell acquisto ?

    Risposta
    • 21 ottobre 2017 in 15:33
      Permalink

      Buongiorno Silvio. Non è vincolante avere tutto l’importo da dilazionare sul conto corrente a cui si riferisce il Bancomat o l’assegno cosi come non importa il massimale ancora disponibile sul bancomat stesso visto che bancomat ed assegno servono per ‘collegare’ l’acquirente al conto bancario dove verranno addebitate le rate mensili.

      Risposta
  • 2 novembre 2017 in 12:50
    Permalink

    Buongiorno,
    come faccio a sapere se il mio bancomat viene accettato per pagodil?

    Risposta
    • 2 novembre 2017 in 13:46
      Permalink

      Buongiorno Marianna. La notizia positiva è che quasi tutti i banconcomat di nuova generazione (anche delle banche online) non dovrebbero incontrare particolari problemi e quindi è molto probabile che anche il suo rientri in quest’ambito. L’aspetto negativo è che nella transazione è importante anche il pos dell’esercente che può presentare limitazioni (a mero titolo d’esempio per il circuito Vpay od altro). In quest’ottica la ‘soluzione’ migliore rimane quella pratica e cioè provarci sapendo che le possibilità che il proprio bancomat sia accettato sono molto alte.

      Risposta
  • 6 novembre 2017 in 11:48
    Permalink

    Buongiorno sto cercando di capire quali esercizi commerciali sono convenzionati con questo metodo di pagamento.Esiste un modo per saperlo?

    Risposta
    • 6 novembre 2017 in 12:01
      Permalink

      Salve Emanuele. Sfortunatamente non c’è una ‘lista’ per conoscere i negozi convenzionati con Pagodil. Tra l’altro nel caso di grandi catene come ad esempio Expert (che spesso impiega Pagodil tra i suoi metodi di pagamento) non tutti i punti vendita potrebbero aderire. Per trovare i negozi aderenti rimane quindi la ‘classica’ ricerca online visto che gli esercizi commerciali convenzionati normalmente lo promuovono a livello pubblicitario in primis sul web

      Risposta
  • 8 novembre 2017 in 14:17
    Permalink

    Salve ieri ho fatto pagodil no e stato accettato il conto era a zero se carico sull conto 150 euro mi verrà accettato oggi ?

    Risposta
    • 8 novembre 2017 in 14:47
      Permalink

      Salve Andrea intende conto corrente o carta conto? La seconda potrebbe presentare sempre problemi mentre nel caso del classico conto corrente la giacenza ‘corretta’ potrebbe essere valutata in funzione della spesa (o meglio delle rate) e della ‘reputazione’ bancaria (come ad esempio frequenti sconfinamenti, ecc). Ci faccia sapere!

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *