Prestiti per dipendenti a tempo indeterminato: quali le migliori alternative?

Quando si pensa ai prestiti per dipendenti a tempo indeterminato automaticamente si va a fare un collegamento alla cessione del quinto dello stipendio. Questo costituisce sicuramente uno dei prestiti più “sicuri” e facili da ottenere, ma non rappresenta la sola soluzione possibile.

Ovviamente in questo articolo ci riferiremo solo ai prestiti per dipendenti a tempo indeterminato rientranti nella categoria di quelli personali (quindi quelli che non sono per definizione finalizzati).

Ricordiamo che i finanziamenti personali vengono richiesti per ottenere liquidità da poter usare come meglio si crede e senza dover fornire alcuna documentazione che offra giustificazioni di impiego né prima e né dopo la concessione del prestito.

Il ComparatoreProtestati: siSenza garanzie: sitb Prestiti per dipendenti a tempo indeterminato: quali le migliori alternative?
QuintoSubito (comparatore)Protestati: siSenza garanzie: si tb Prestiti per dipendenti a tempo indeterminato: quali le migliori alternative?
Signor PrestitoProtestati: siSenza garanzie: sitb Prestiti per dipendenti a tempo indeterminato: quali le migliori alternative?

Oltre alla cessione del quinto: i prestiti per dipendenti a tempo indeterminato più facili da ottenere

Se si ha bisogno di un piccolo prestito, o di cifre più elevate, l’impostazione della pratica di richiesta del finanziamento è fondamentale per aumentare le possibilità che il finanziamento ottenga il parere positivo della banca o della finanziaria.

Ovviamente gli importi bassi con un ridotto numero di rate sono i più facili da ottenere perché statisticamente sono anche quelli caratterizzati da minori incertezze sull’andamento economico del budget personale del richiedente:

Una rata rimborsabile in 6 mesi o 12 mesi difficilmente diverrà insostenibile, poiché la situazione lavorativa e personale è improbabile che subirà dei capovolgimenti.

Mano a mano che si allunga la durata il finanziamento diventa più rischioso, quindi la banca potrà pretendere maggiore solidità, anche con l’introduzione di garanzie aggiuntive.

?42398951C2110653016 Prestiti per dipendenti a tempo indeterminato: quali le migliori alternative?
Quindi se si ha la tentazione di chiedere di più per non dover chiedere due prestiti (uno certo e l’altro “eventuale” per questioni future) allora sarebbe meglio chiedere lo strettamente necessario, e poi valutare in un futuro un rinnovo del prestito, o un consolidamento con nuova liquidità, ecc.

Online si possono avere molto più facilmente preventivi senza impegno con tempi decisionali molto più ridotti. Particolarmente utili sono quelli che sfruttano la firma digitale come ad esempio quelli Findomestic, Hello Bank, Agos, ecc.

Younited CreditPreventivo online: siRichiesta veloce: si ?40918974C1903681 Prestiti per dipendenti a tempo indeterminato: quali le migliori alternative?
Prestiti UnicreditPreventivo online: siRichiesta veloce: si ?42787353C732634420 Prestiti per dipendenti a tempo indeterminato: quali le migliori alternative?
Prestiti FindomesticPreventivo online: siRichiesta veloce: si

Prestiti per dipendenti a tempo indeterminato: da parte del datore di lavoro

Con le piccole aziende si tratta di una possibilità molto remota, ma con quelle medie e grandi si può presentare questa possibilità che rientra nei fringe benefits.

Si tratta di un tipo di finanziamento legale, che viene concesso di norma a tassi agevolati, come forma di integrazione alla retribuzione.

Si tratta di un vero e proprio contratto, che prevede le seguenti tappe:

  • domanda su apposito modulo;
  • accettazione del datore di lavoro;
  • concessione della somma e rimborso nelle modalità previste dal contratto (anche trattenendo a monte l’importo);
  • chiusura della pratica quando l’importo è stato tutto restituito (capitale più interessi).


?41651326C1903523402 Prestiti per dipendenti a tempo indeterminato: quali le migliori alternative?

Quali alternative senza garanzie?

Sono infine possibili due semplici soluzioni alterative ai finanziamenti finalizzati che non richiedono particolari formalità. Non si tratta di tipologie esclusive di prestiti per dipendenti a tempo indeterminato che godranno comunque di un più facile accesso.

La prima è rappresentata dalla carte revolving che una volta ottenuta (è prevista una fase di verifica da parte della banca particolarmente semplice per chi ha un contratto di lavoro a tempo indeterminato) potrà essere impiegata secondo i bisogni e le necessità.

Le carte revolving possono variare in funzione dei servizi offerti e dei tassi proposti per cui è necessaria un’attenta valutazione in fase di scelta. Tra le migliori proposte del momento troviamo grazie alla sua flessibilità la Carta Flexia
di Unicredit e Carta Zerus di Agos in grado di offrire un finanziamento a tasso 0 sopra i 500 euro.

?42461831C1524674698 Prestiti per dipendenti a tempo indeterminato: quali le migliori alternative?
La seconda alternativa è rappresentata da Pagodil che permette di dilazionare i propri acquisti semplicemente tramite bancomat od assegno bancario. Si tratta di un’alternativa ai classici prestiti per dipendenti a tempo indeterminato a tasso 0 ma che rimane confinata alle strutture aderenti al servizio.

Lucia Aculieda

Lucia Aculieda

Autrice poliedrica è laureata in Economia e Commercio. Ha un'ampia esperienza su tutto ciò che è legato ai prestiti personali sia per quanto riguarda i prodotti delle varie banche e finanziarie che per l'aspetto normativo. Ha scritto anche un saggio psicologico e numerosi libri per bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *