Rateizzare la bolletta: quando e come fare?

Come rateizzare la bolletta? Quali sono i casi in cui è possibile accedere a questa possibilità? Quale la tempistica?  Vediamo tutte le risposte.

Innanzitutto si può affermare che è possibile rateizzare la bolletta dell’acqua, della luce o del gas. Tuttavia ci sono delle differenze a seconda che sia stato fatto un contratto nel mercato libero (per cui ci si deve riferire a quanto è previsto nel contratto stesso firmato), oppure tutelato dall’Autorità per l’energia elettrica e per il gas (vedi anche bonus energia).

tb Rateizzare la bolletta: quando e come fare?

Come rateizzare la bolletta nel mercato dell’Autorità

L’importo della bolletta deve presentare delle condizioni ben precise per poter richiedere il pagamento a rate, vediamole nel particolare:

  • in caso di malfunzionamento del contatore: la rateizzazione della bolletta è possibile per gli importi relativi ai consumi non registrati;
  • per una bolletta che è frutto di un ricalcolo con importo elevato, a seguito di varie bollette per le quali non sono state fatte le letture periodiche;
  • se si ha una bolletta di tipo almeno bimensile.

In questo caso è necessario che la bolletta che si vuole pagare a rate abbia un importo almeno pari al doppio di quella precedente. Questa deve essere con importo ricalcolato relativo a consumo effettivo, mentre quelle precedenti erano semplicemente stimate.

Tuttavia l’aumento non è considerato valido nel caso in cui  sia dovuto a consumi stagionali. Ad esempio per un aumento del consumo di gas all’arrivo del freddo invernale o nel caso dell’energia elettrica per l’arrivo dell’estate e l’uso dei condizionatori.

Rateizzare la bolletta: quanto tempo si ha per richiedere la dilazione?

In generale dalla domanda di rateizzazione si hanno 30 giorni per richiedere il pagamento da parte del venditore. Indipendentemente dal gestore (Enel, acea, Eni, ecc) in caso di ritardato pagamento o cambio gestore, il venditore può chiedere per intero l’importo ancora residuo della bolletta rateizzata.

Alcune informazioni sono messe a disposizione dai gestori stessi per il mercato di maggior tutela.

Ad esempio sul sito dell’Acea è reso chiaro che si hanno 10 giorni da quello in cui si riceve la bolletta per procedere alla richiesta di rateizzazione.

Inoltre si deve tener presente che si dovrà pagare una piccola maggiorazione, data dall’applicazione del tasso determinato dalla Banca Centrale Europea. Il il calcolo viene effettuato a partire dal giorno ultimo in cui può avvenire il pagamento (ovvero dalla data di scadenza riportato sulla bolletta).

L’importo della bolletta determina il numero massimo di rate concedibile, che comunque non può superare i 12 mesi/ rate.

?43683123C1475481105 Rateizzare la bolletta: quando e come fare?

Rateizzare la bolletta:  come pagare e in quanto tempo?

Come già più volte accennato le modalità di rateizzazione di una bolletta (sia gas che luce) dipendono da ‘regole’ interne ai vari fornitori. Queste devono comunque essere specificate a livello contrattuale e per questo possono essere valutate in caso di trasferimento tra un provider e l’altro.

Esistono comunque situazioni ‘standard’ come ad esempio quella che lega il numero delle rate al periodo del conguaglio a causa del quale può arrivare la bolletta maggiorata (per esempio un conguaglio riferito a 6 mesi permette normalmente una rateizzazione di tre rate bimestrali).

Per quanto riguarda invece le modalità di pagamento delle bollette rateizzate queste possono essere saldate tramite:

  • bonifico bancario;
  • bollettino postale;
  • online (logicamente carta di credito o ‘suppporto’ similare).

Rateizzazione bolletta Eni Gas e Luce

Come dice la norma la dilazione di una bolletta Eni potrà essere richiesta al massimo fino a 10 giorni dopo la scadenza della bolletta. La richiesta può avvenire online  mentre il pagamento avverrà tramite bollettini postali che verranno inviati da Eni, previa autorizzazione, direttamente a domicilio del cliente.

Così come avviene per gli altri gestori o provider sarà necessario pagare puntualmente ciascuna rata della dilazione per non incorrere nella decadenza della rateizzazione e nel conseguente obbligo di pagare la cifra rimasta in un unica ‘soluzione’.

Rateizzare bolletta Acea Acqua ed Energia: la delibera 655/15

Acea Acqua ed Energia permette di dilazionare le proprie bollette oltre che eventuali importi debitori previo piano di rientro. Per quanto riguarda la dilazione delle bollette, Acea basa la propria condotta sulla delibera 655/15 e permette la richiesta di rateizzazione fino a 15 giorni dopo la scadenza della stessa.

La suddetta possibilità è comunque ben evidenziata sulla prima pagina della bolletta. Il numero delle rate Acea viene stabilito in funzione della rata media pagata fino a quel momento mentre la cadenza segue quella tradizionale (normalmente bimestrale per la luce e trimestrale per quanto riguarda l’acqua).

Rateizzare bollette Enel: è possibile online?

Nel caso delle bollette Enel queste  possono essere rateizzate anche attraverso una semplice procedura online tramite l’Area Clienti Enel. Nella sezione ‘Bollette’ è infatti presente un’apposita voce ‘Rateizzazione’ che permette di dilazionare le bollette inferiori ai 5000 euro. E’ comunque possibile rateizzare le bollette Enel anche se:

  • ‘compensate’ attraverso crediti precedentemente vantati;
  • domiciliate su conto corrente;
  • contenenti il deposito cauzionale.

?41281681C669252906 Rateizzare la bolletta: quando e come fare?

Conclusioni

Al momento di scegliere il fornitore si dovrà controllare anche la politica applicata per la concessione del pagamento a rate e fare attenzione alla presenza di coperture assicurative, normalmente con premio a rate, non desiderate o superflue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *