Credit boost Hype 2019: cos’è e come funziona

Ottenere un prestito con una carta prepagata è davvero possibile? Fino a poco tempo fa la risposta non poteva che essere negativa, ma ora con Credit boost Hype non è più così.

E’ vero Hype non è solo un ‘prepagata’ tradizionale, ma è anche un conto ‘digitale’ ricaricabile con iban che, come noto, può essere gestito ‘in toto’ via app da smartphone (Leggi di più quitb Credit boost Hype 2019: cos'è e come funziona). Detto questo, avere a disposizione una linea di credito sempre ‘in app’ come Credit boost Hype non è sicuramente una comune.

Per questo il finanziamento offerto da SELLA PERSONAL CREDIT SPA è  in grado di garantire all’utente vantaggi notevoli sempre nell’ottica di una coscienziosa gestione del proprio denaro (N.B. Stiamo parlando di un vero e proprio prestito!)

Credit boost Hype: come funziona?

Ricordiamo innanzitutto che Credit boost Hype è a marzo 2019 ancora in fase beta e non è ancora richiedibile da tutti. Proprio per questo alcune condizioni possono essere soggette a modifiche anche se i dati che forniremo sono stati presi dal foglio informativo ufficiale in data 15 marzo 2019.

Vista la particolarità del prestito Hype vediamone innanzitutto il funzionamento. Si tratta in pratica di un credito rotativo ad interessi zero (Tan) che mette a disposizione dell’hyper 2000 euro.

tb Credit boost Hype 2019: cos'è e come funziona
Questi potranno essere richiesti direttamente dall’app e restituiti in un orizzonte temporale a scelta di 3, 6 o 12 mesi. Mano a mano che si restituirà l’importo si ristabilirà il plafond.

Il rimborso sarà logicamente effettuato direttamente dal conto Hype il 20 di ogni mese a partire da quello successivo alla richiesta.

Guida all’attivazione del servizio

Come già accennato il prestito Hype viene richiesto direttamente ‘in app’ con una procedura facile ed intuitiva la cui prima fase è rappresentata proprio dall’attivazione del servizio.

Una fase fondamentale che porterà alla veloce valutazione da parte di SELLA PERSONAL CREDIT SPA che, ribadiamo si occupa fattivamente dell’erogazione del finanziamento. Vediamo ora la procedura passo per passo (costo zero):

  1. Entrare nell’app Hype (leggi la nostra recensione);
  2. Cliccare sul banner che riporta la dicitura “Scopri Credit Boost” (in alternativa è possibile passare dalla gestione del profilo selezionando qui la voce “Credit Boost Hype”);
  3. Compilare il form che verrà visualizzato. Questo è già compilato con le info inserite in fase di sottoscrizione del proprio conto/carta Hype;
  4. Fare una foto della Tessera Sanitaria che sarà l’unico documento di cui fare l’upload;
  5. Cliccare su “Continua”.

La procedura è completa! Basterà attendere le due mail di conferma da parte di Banca Sella. La prima, basata su un primo screening, sarà molto veloce mentre la seconda, che porterà alla conferma ‘finale’ potrà richiedere qualche giorno.

Credit boost Hype: come richiederlo

Anche la vera e propria richiesta, che porterà a 2000 euro di disponibilità aggiuntiva, è  molto semplice. Grazie alla procedura di valutazione precedente parliamo infatti di un credito rotativo pre accordato e quindi immediatamente disponibile. Nel particolare basterà:

  • cliccare su “Usa Credit Boost”;
  • fare tap su “Utilizzalo subito” posto vicino ad un cerchio che evidenzia la cifra disponibile;
  • modificare, se desiderato, i dettagli del credito variando in base alle proprie necessità la somma ed il piano di ammortamento.

Quanto costa Credit boost Hype nel 2019

Come già accennato all’inizio dell’articolo si tratta di un finanziamento a tasso zero, visto che non sono applicati interessi. Ciò nonostante possono essere previste alcune voci di costo che possono incidere sul TAEG.

Tutti questi aspetti verranno comunque visualizzati in fase di richiesta della cifra desiderata in base logicamente all’orizzonte temporale. Nel particolare secondo il foglio informativo di Credit Boost Hype sono previsti le seguenti condizioni economiche:

  • plafond max: 2000 euro;
  • importo minimo rata: 25 euro;
  • imposta sostitutiva pari allo 0,25% della linea di credito;
  • commissione mensile: 0,70 % per singolo utilizzo a cui si aggiunge un euro fisso/mese per la gestione della pratica;
  • spese per il rendiconto cartaceo pari a 1,56 euro azzerate se si scelgono quelle online (3 euro per copie rendiconti precedenti).

Opinioni

Le condizioni di Credit boost Hype sono sicuramente interessanti fornendo all’Hyper della liquidità aggiuntiva ad interessi 0 per fronteggiare spese impreviste o ‘regalarsi’ un’opportunità di svago come ad esempio un viaggio.

Detto questo stiamo parlando di un vero e proprio finanziamento da impiegare solo nella certezza di poterlo rimborsare. Eventuali ritardi nei pagamenti possono portare agli stessi problemi di un prestito tradizionale non ultimo una segnalazione alla CRIF.

tb Credit boost Hype 2019: cos'è e come funziona

Conviene davvero?

La convenienza del prestito Hype non può essere valutata isolatamente dalla qualità/costo della carta omonima. A riguardo le opinioni che si possono evincere anche dai forum sono in generale positive sia per la versione standard che in quella plus.

La prima offre un valida operatività seppur con limiti non elevatissimi. Il plafond è infatti pari a 2500 euro. Pagamenti, prelievi e bonifici (in entrata ed in uscita) tutto gratis. Compresa anche Apple Pay.

La versione PLUStb Credit boost Hype 2019: cos'è e come funziona, che ha un costo mensile di solo 1 euro, alle precedenti opportunità, aggiunge numerosi altri servizi esclusivi che a maggio 2019 possiamo così riassumere:

  • un massimale ‘potenziato’ di ricarica fino a 50 mila euro;
  • la possibilità di accreditare il proprio stipendio o gli addebiti ricorrenti (le cosiddette RID);
  • l’operatività anche da Pc oltre che da app;
  • un’assicurazione esclusiva per il proprio device;
  • la possibilità di richiedere Credit Boost Hype.
Bocca Christian

Bocca Christian

Amante del web nelle sue più ampie sfaccettature, scrive da anni su i più svariati argomenti. Web Master di Migliorprestito.org sovraintende ad una redazione di primo livello formata da autori di decennale esperienza nella scrittura, giornalisti ed in generale personale qualificato nell'ambito finanziario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per vedere la nostra privacy policy accedi al link: https://migliorprestito.org/privacy-policy/ Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli alla pagina della Privacy. Cliccando su 'Accetta' si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per la normativa vedi: http://www.garanteprivacy.it/web/guest/regolamentoue/guida-all-applicazione-del-regolamento-europeo-in-materia-di-protezione-dei-dati-personali

Chiudi