Mutui per stranieri: requisiti e funzionamento

I mutui per stranieri costituiscono oggi una sezione di prodotti dedicati alla “casa” da parte di un buon numero di banche.

Di norma le offerte dei mutui per stranieri coinvolgono il mutuo a tasso fisso e quello a tasso variabile, trattandosi delle due tipologie di tassi nettamente preferiti (secondo i dati Tecnocasa circa il 40% sceglie il tasso fisso e circa il 60% il tasso variabile).

?44776067C784131529 Mutui per stranieri: requisiti e funzionamento

Mutui per stranieri: chi può chiederli?

Per poter richiedere un mutuo in Italia le banche, anche per i cittadini italiani, richiedono il possesso di alcuni requisiti minimi che sono:

  • dimostrazione di un reddito sufficiente (in base all’importo da richiedere);
  • dimostrazione di un importo pari ad almeno il 20% del prezzo dell’immobile.

Nel caso delle richieste dei mutui per stranieri sono necessari altri requisiti che possono in alcuni casi (ma fortunatamente non sempre) limitare la possibilità di accendere il mutuo.

Tra questi troviamo in primis la residenza all’interno dei confini del Bel Paese. In poche parole molte banche che offrono mutui per stranieri vogliono che questi non siano residenti all’estero.

Tuttavia ci sono alcune banche che possono derogare alle limitazioni di accesso ai non residenti in Italia, se sono rispettate altre condizioni (leggi anche Comprare casa senza soldi).

La maggioranza degli istituti di credito non permette di conoscere queste deroghe a priori, ma si dovrà richiedere un preventivo e poi vedere se si hanno tutte le carte in regola per poter procedere con la richiesta (Vedi ad esempio quitb Mutui per stranieri: requisiti e funzionamento).

Mutui per stranieri: requisiti minimi richiesti e documenti

Requisiti di base

E’ necessario fare una premessa: le banche personalizzano le condizioni minime necessarie a seconda delle proprie politiche di credito. In media i requisiti necessari però sono:

  • possesso di un regolare permesso di soggiorno;
  • possesso di un reddito atto a coprire la rata del mutuo;
  • contratto di lavoro a tempo indeterminato (vedi anche https://migliorprestito.org/mutuo-senza-garante-e-senza-busta-paga/);
  • residenza in Italia da un numero minimo prestabilito di anni (derogabile per alcune banche);
  • dimostrazione di residenza in Italia dell’intero nucleo familiare (derogabile per alcune banche).

Documenti necessari

Come documenti è necessario portare con sé:

  • permesso di soggiorno;
  • certificato di reddito;
  • certificato di residenza;
  • documento di identità;
  • tessera sanitaria o codice fiscale.

Mutui per stranieri: esempi

Alcune banche propongono dei prodotti ad hoc. Può essere utile vedere due offerte che possono risultare interessanti: quella di Banca Suasa del gruppo Credito Cooperativo e quella di ExtraBanca.

?44218037C1126820189 Mutui per stranieri: requisiti e funzionamento

L’importo minimo finanziabile parte da 40 mila euro ed è interessante vedere che non ci sono spese di gestione della pratica. Altre caratteristiche sono:

  • durata fino a 30 anni;
  • istruttoria: 500 euro;
  • tasso fisso o variabile.

Come documenti di reddito sono richiesti, a seconda del lavoro:

  • Lavoratori Dipendenti : Certificazione Unica (CU); Dichiarazione dei redditi e Ultime 3 buste paga;
  • Lavoratori Autonomi: Ultime due dichiarazioni dei redditi
  • Colf e badanti: Attestazione del pagamento dell’ultimo bollettino INPS; Denuncia del rapporto di lavoro INPS.

Per poter fare preventivi o informazioni bisogna andare in filiale, usando il numero verde per trovare quella più vicina o prendere un appuntamento.

Schermata-2018-03-18-alle-14.04.12 Mutui per stranieri: requisiti e funzionamento

Mutui per stranieri Banca Suasa

Questa banca arriva al massimo a 20 anni come durata ma rispetto ad altre banche presenta un’interessante opportunità che permette di ottenere mutui per stranieri non residenti. Infatti di base come requisiti sono richiesti:

  • permesso di soggiorno;
  • reddito dimostrabile;
  • contratto di lavoro a tempo indeterminato;
  • residenza in Italia da almeno 3 anni;
  • residenza in Italia dell’intero nucleo familiare.

Ma attenzione, come accennato, gli ultimi due punti sono derogabili se si ha un conto corrente aperto con Banca Suasa da almeno un anno.

Schermata-2018-03-18-alle-14.09.22 Mutui per stranieri: requisiti e funzionamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *