Prestito per matrimonio: Inps oppure personale?

Sharing is caring!

Per organizzare uno dei giorni più belli della propria vita si potrebbe chiedere un prestito per matrimonio, ma come fare? Per prima cosa però bisogna decidere se richiedere un prestito specifico ‘per matrimoni’ come può capitare per quelli Inpdap, oppure si usare un prestito personale.

La scelta può avere dei limiti nel caso del prestito per matrimonio Inpdap, dovuto all’appartenenza al settore pubblico e alla contribuzione nel Fondo Unitario per la gestione creditizia e sociale. Di contro per i prestiti personali bisogna trovare un compromesso soprattutto se si è senza busta paga e senza altro reddito dimostrabile personalmente.

Prestito per matrimonio o prestito personale?

Aprendo il web si trovano tante proposte da parte di finanziarie famose come Agos, o banche online come Compass e Findomestic (vedi qui i contatti utili), di un prestito per matrimonio.

tb Prestito per matrimonio: Inps oppure personale?
Tuttavia molto spesso si tratta di prestiti personali, che per la loro stessa natura possono essere usati per qualsiasi tipo di scopo, dal matrimonio a una vacanza, dall’acquisto dell’auto a spese per la salute e bellezza, ecc.

Un vero prestito per matrimonio invece dovrebbe essere finalizzato. Un prestito quindi richiedibile e utilizzabile solo per sostenere le spese legate alla cerimonia (ad esempio l’addobbo floreale, gli abiti, ecc) o per la parte della ristorazione (catering o ristorante, intrattenimento, ecc). La differenza tra le due tipologie è molto netta:

  • un prestito personale può essere usato come prestito per il matrimonio ma non bisogna indicare la motivazione e nemmeno dimostrala (con fatture, ricevute, preventivi, ecc);
  • un prestito per matrimonio finalizzato deve essere dimostrato.

Si tratta di una tipologia piuttosto rara. Oltre a quello Inpdap ci sono poche altre possibilità, che possono avere carattere temporaneo, come ad esempio quello che aveva proposto per un periodo di tempo Poste Italiane).

Prestito per matrimonio Inpdap

Il prestito per matrimonio Inpdap può essere richiesto dall’Iscritto al Fondo Unitario per se stesso oppure per un figlio. Si tratta di uno dei prestiti pluriennali quinquennali, che prevede le seguenti condizioni:

  • l’importo massimo erogabile è di 23.000,00€ (questo limite non è superabile, anche se a farne domanda sono due aventi diritto per lo stesso matrimonio);
  • la domanda è telematica con l’apposita modulistica.

A questa richiesta deve essere allegata:

  • autocertificazione del matrimonio avvenuto (purché non sia passato più di un anno) oppure una dichiarazione sostitutiva di avvenute pubblicazioni in corso di validità;
  • autocertificazione dello stato di famiglia oppure l’autocertificazione sul rapporto di parentela se il figlio non è nello stato di famiglia.

Trattandosi di un prestito pluriennale Inpdap, il rimborso avverrà con trattenuta a monte dell’importo della rata, per tutta la durata del rimborso, che al massimo potrà essere di 60 mensilità.

Prestiti personali

Se si sta cercando un prestito personale per il proprio matrimonio, e si è senza busta paga, si deve trovare un garante che abbia una capacità di reddito sufficiente, oppure un coobbligato. Differente il discorso di una cessione del quinto che, ricordiamo, è però accessibile solo ai dipendenti oppure ai pensionati.


cshow Prestito per matrimonio: Inps oppure personale?


Si deve fare qualche preventivo, che può essere richiesto anche on line (ad esempio sul sito di Agos o di Findomestic) oppure fare alcune richieste alla propria banca o a qualche altro Istituto di credito.

In tutti i casi si deve scegliere una rata sostenibile, per tutta la durata del piano di ammortamento scelto. La somma massima del prestito per matrimonio, dipenderà dalla banca o finanziaria scelta, dall’importo e dalla durata.

Bocca Christian

Bocca Christian

Amante del web nelle sue più ampie sfaccettature, scrive da anni su i più svariati argomenti. Web Master di Migliorprestito.org sovraintende ad una redazione di primo livello formata da autori di decennale esperienza nella scrittura, giornalisti ed in generale personale qualificato nell'ambito finanziario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per vedere la nostra privacy policy accedi al link: https://migliorprestito.org/privacy-policy/Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli alla pagina della Privacy. Cliccando su 'Accetta' si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per la normativa vedi: http://www.garanteprivacy.it/web/guest/regolamentoue/guida-all-applicazione-del-regolamento-europeo-in-materia-di-protezione-dei-dati-personali

Chiudi