Finanziamenti Ikea 2022 cosa serve? Requisiti e funzionamento

Sharing is caring!

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner".

Finanziamenti Ikea 2022, quali alternative? Una domanda sicuramente lecita. Chi pensando alla parola arredamenti non pensa infatti anche al colosso svedese?

In questo articolo risponderemo a questa domanda evidenziando subito che, almeno fino ad giugno 2022, Ikea offre la possibilità di accedere anche al tasso 0.

Finanziamenti Ikea: la proposta 2022

Come appena accennato le proposte di prestiti Ikea sono aperte sia per chi acquista per la propria attività che per chi compra per la casa. Al momento per quest’ultima categoria vi sono finanziamenti che potremmo definire ‘generici’, una linea specifica per le cucine (entrambe le alternative sono a tasso zero) ed il credito flessibile.

Tasso zero per cucine e non?

Iniziamo evidenziando come due proposte erano a tasso azzerato fino a giugno 2022 e potevano essere fruite per importi fino a 10000 euro. Per le cucine il minimo era 1500 euro che si abbassa a 49 euro per la linea ‘generica’.

Il piano di ammortamento di base era pari a 30 mesi e si alzav a 40 per le cucine. In entrambi i casi la prima rata veniva addebitata 30 giorni dalla stipula del finanziamento stesso. In base a quanto si evince dal sito ufficiale la via online è però percorribile sino a 5000 euro.

La situazione è ad oggi (luglio 2022) invece cambiata. Nel particolare Ikea punta sullo spostamento dell’inizio dei pagamenti con due nuove soluzioni e cioè:

  • Paghi tra 6 mesi: alternativa riferita solo alle cucine. Gli importi richiedibili vanno da 1.500 a 15mila euro;
  • Prima rata dopo 4 mesi; questa soluzione è utilizzabile per mobili e accessori. La cifra minima rateizzabile è 801 euro per arrivare a 10000 euro. Il tasso d’interesse è inferiore al 5%.

Al momento è prevista anche una soluzione a tasso zero per importi massimi pari a 800 euro e sempre riferita a mobili ed accessori.
tb Finanziamenti Ikea 2022 cosa serve? Requisiti e funzionamento

Credito flessibile

Sempre per la clientela retail c’è una terza alternativa che però non è senza interessi. Non si tratta comunque di un finanziamento Ikea particolarmente esoso visto che gli interessi sono sotto il 5 % sia per il Tan che per il Taeg. Con questo prestito l’importo massimo sale a 30000 euro (min 299 EUR) cosi come il piano di ammortamento che arriva a 5 anni.

Finanziamenti Ikea: come funziona la richiesta

I prestiti finalizzati offerti dal gigante dei mobili (e non solo) sono offerti sia in negozio che online (definiti sul sito in video conferenza). Non solo sono proposti sia per la clientela retail che per quella business, logicamente a condizioni differenti.

Ma come richiedere i finanziamenti Ikea? Logicamente in negozio ci si avvarrà della consulenza del personale preposto che seguirà passo passo la richiesta stessa che vedrà Agos come finanziaria di riferimento.  Vediamo invece assieme la via online.

Finanziamenti Ikea online

Anche in questo caso sarà Agos la finanziaria di riferimento. Per completezza di informazioni ci riferiremo all’alternativa per le cucine che su sito ufficiale è l’unica che non impone il passaggio in videoconferenza.

Nel particolare per accedere ai finanziamenti Ikea online per le cucine è sufficiente cliccare sul banner ‘Richiedi il finanziamento’. Questo ci trasferirà ad un’apposita pagina Agos dove è necessario inserire l’importo che si desidera.

Non si tratta infatti di un vero e proprio prestito finalizzato bensì una sorta di pre valutazione di un importo che poi potrà essere utilizzato per acquistare la cucina su Ikea. Ma attenzione la procedura non è del tutto online infatti al punto 4 della pagina della finanziaria italo francese si legge la seguente specifica:

In caso di accettazione, riceverai una comunicazione da Agos e dovrai recarti presso il punto vendita per concludere la pratica.

Requisiti

La documentazione è in linea con gli altri prestiti finalizzati (il finanziamento Ikea può quindi essere rifiutato da Agos in fase di valutazione) ed è comune a tutte le alternative  suddette. Per la precisione per procedere alla richiesta è necessario presentare i seguenti documenti:

  • documento d’identità a scelta tra la C.I., la patente od il passaporto;
  • codice fiscale che potrà essere preso anche dalla tessera sanitaria, dalla carta di identità elettronica od ancora dalla tessera ministeriale elettronica;
  • permesso di soggiorno (logicamente con scadenza posteriore alla data di fine del piano di ammortamento del finanziamento) per i cittadini non italiani;
  • documenti reddituali (parliamo di finanziamento anche senza busta paga a patto che si abbia un altro reddito dimostrabile).

Per quanto riguarda quest’ultimo punto è quindi richiesta l’ultima busta paga nel caso dei dipendenti mentre per gli autonomi è necessario portare con sé il Modello unico (con relativa ricevuta di presentazione).

Per quanto riguarda i pensionati è invece richiesto il Modello OBIS/01M od ancora il cedolino pensione, CUD o 730 se logicamente presentato. Visto che il rimborso avverrà direttamente da conto corrente è necessario portare con se l’IBAN del c/c dove si desidera che avvenga l’addebito.

Finanziamenti Ikea Business

Per i clienti business i finanziamenti vanno da 299 euro a 10000 euro per un piano di ammortamento massimo di 20 mesi. Il tasso almeno fino a fine agosto è inferiore al 5%. I requisiti ed i documenti variano in funzione della tipologia di società (di persone o capitali) anche se l’anzianità  minima dell’attività deve essere sempre minimo un anno.

Conclusioni

Tralasciando quello che si può trovare su un forum, i finanziamenti Ikea rappresentano sicuramente un’alternativa da valutare anche in funzione del tasso zero. Di contro non sono una strada percorribile per i cattivi pagatori che rimangono esclusi da un prestito tradizionale.

Non particolarmente apprezzabile la scarsa chiarezza per le richieste a distanza anche se un confronto con il personale qualificato del colosso svedese è sempre consigliato quando si progetta il proprio arredamento.

Bocca Christian

Amante del web nelle sue più ampie sfaccettature, scrive da anni su i più svariati argomenti. Web Master di Migliorprestito.org sovraintende ad una redazione di primo livello formata da autori di decennale esperienza nella scrittura ed in generale personale qualificato nell'ambito finanziario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per vedere la nostra privacy policy accedi al link: https://migliorprestito.org/privacy-policy/ Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli alla pagina della Privacy. Cliccando su 'Accetta' si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per la normativa vedi: http://www.garanteprivacy.it/web/guest/regolamentoue/guida-all-applicazione-del-regolamento-europeo-in-materia-di-protezione-dei-dati-personali.Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per vedere la nostra privacy policy accedi al link: https://migliorprestito.org/privacy-policy/ Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli alla pagina della Privacy. Cliccando su 'Accetta' si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per la normativa vedi: http://www.garanteprivacy.it/web/guest/regolamentoue/guida-all-applicazione-del-regolamento-europeo-in-materia-di-protezione-dei-dati-personali

Chiudi