Prestito ricaricabile Agos: come funziona il conto PIM?

Il Conto Pim non è altro che il prestito ricaricabile Agos. Di cosa si tratta? Di una linea di credito che può essere concessa fino a una somma massima che va a costituire un vero e proprio plafond a cui accedere per ottenere liquidità ulteriore.

Sulle somme utilizzate si pagano gli interessi previsti nel contratto di finanziamento, mentre le forme non utilizzate non fanno maturare interessi passivi e restano sempre a disposizione. Dal 2018 ha preso il nome di Agos Money ma non ha cambiato nulla della sua sostanza.


cshow Prestito ricaricabile Agos: come funziona il conto PIM?

Prestito ricaricabile Agos: Conto Pim come Personal Instant Money

Agos permette nella sua offerta di finanziamenti di ottenere già un piccolo prestito o un prestito personale di importo elevato (vedi anche cambio banca con prestito in corso), quindi viene naturale domandarsi in cosa sia diverso il conto Pim. Per rispondere a questa domanda bisogna partire dal nome usato e precisamente dalla parola “conto”.

Come può essere un prestito assimilato a un conto? La risposta è semplice. Infatti usando la formula del credito rotativo, mano a mano che si restituisce la quota capitale con il semplice rimborso delle rate legate alle somme utilizzate, la linea di credito viene mano a mano ripristinata.

In questo il funzionamento è il linea con una carta revolving e di fatto il prestito viene ricaricato in continuazione. Da qui si capisce perché si parla di prestito ricaricabile, in quanto Agos mette a disposizione dei propri utenti una liquidità che si ripristina in continuazione senza dover richiedere nuove somme in prestito.

Se si sta ad esempio cercando una soluzione di prestito immediato o istantaneo, il prestito ricaricabile Agos potrebbe rispondere bene a questa necessità, purché venga richiesto con anticipo. Detto questo dal sito Agos viene chiaramente detto che la tempistica di erogazione può essere in media di 48 ore dall’approvazione della richiesta.

Prestito ricaricabile Agos: condizioni economiche del conto Pim

Vista la natura di credito ricaricabile o rotativo, non sono previsti costi fissi (come avviene con i fidi bancari) e non c’è bisogno essere titolari di un conto corrente specifico (condizione invece del tutto diversa da uno scoperto bancario).

La somma massima che può essere richiesta è di 3100 euro, e dall’importo ottenuto dipenderà poi il tasso applicato (che dipende anche dal numero di rate in cui si effettueranno i rimborsi). Per conoscere le condizioni nel dettaglio bisogna passare per un preventivo, che è gratuito e va richiesto comodamente on line.

Requisiti necessari per il conto Pim

Per richiedere il prestito ricaricabile Agos bisogna avere solamente:

  • residenza in Italia;
  • reddito documentabile;
  • la maggiore età;
  • un conto postale o bancario.

tb Prestito ricaricabile Agos: come funziona il conto PIM?

Come si richiede il prestito ricaricabile Agos?

Bisogna compilare la richiesta di finanziamento di credito revolving non impegnativa. Questa avviene online, quindi si fa partire la procedura selezionando il pulsante in basso in rosso con scritto Richiedi carta. Vanno poi compilati tutti gli spazi obbligatori delle varie finestre che si aprono per le varie informazioni:

prova-1 Prestito ricaricabile Agos: come funziona il conto PIM?

  1. Anagrafica
  2. Residenza
  3. Dati Aggiuntivi
  4. Riepilogo

Conclude la procedura l’invio dei Documenti.

Conto Pim: numero verde e contatti utili per richiedere il prestito Ricaricabile Agos

Per informazioni o assistenza, anche se si ha già in corso un conto Pim si può utilizzare, come contatto utili
e, il numero verde 800134860 (per un alternativa al conto Pim vedi anche Creditexpress Easy).

Agos Money: esempio luglio 2018

Per comprendere la reale convenienza proponiamo infine un esempio pratico che lo stesso sito Agos propone. La simulazione del conto Pim/Agos Money è comunque valida fino al 31 dicembre 2018. Le condizioni proposte sono:

  • plafond impiegato: 1.500 euro;
  • TAN fisso 9,00%;
  • TAEG 13,76%;
  • Rata pari a 45 euro. 

Oltre agli interessi è previsto anche un costo legato alla gestione pratica pari ad un euro oltre che l’imposta di bollo di 16 euro. Concludiamo ricordando che la rata minima di rimborso è pari al 3% del plafond concesso.

Lucia Aculieda

Lucia Aculieda

Autrice poliedrica è laureata in Economia e Commercio. Ha un'ampia esperienza su tutto ciò che è legato ai prestiti personali sia per quanto riguarda i prodotti delle varie banche e finanziarie che per l'aspetto normativo. Ha scritto anche un saggio psicologico e numerosi libri per bambini.

2 pensieri riguardo “Prestito ricaricabile Agos: come funziona il conto PIM?

  • Avatar
    12 Settembre 2019 in 17:41
    Permalink

    Il conto pim viene visualizzato nei sistemi nazionali (crif ) o quant’altro?

    Risposta
    • Bocca Christian
      13 Settembre 2019 in 12:25
      Permalink

      Salve Giuseppe. Tutto ciò che rientra nel credito e nei finanziamenti rientra nei sistemi delle banche dati.

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per vedere la nostra privacy policy accedi al link: https://migliorprestito.org/privacy-policy/ Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli alla pagina della Privacy. Cliccando su 'Accetta' si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per la normativa vedi: http://www.garanteprivacy.it/web/guest/regolamentoue/guida-all-applicazione-del-regolamento-europeo-in-materia-di-protezione-dei-dati-personali

Chiudi