Pagare a rate su Amazon (novità 2020): ti spieghiamo come fare

Sharing is caring!

Amazon accetta differenti modalità di pagamento anche se nella sua lunga lista non comparivano alcune possibilità, come ad esempio il pagamento a rate (leggi anche come pagare su Amazon).

Ma attenzione: la possibilità di suddividere i pagamenti ora c’è! Anzi, a seconda della scelta che si intende fare si potrà addirittura decidere di pagare le rate con o senza gli interessi.

Vediamo quindi insieme le differenti possibilità per pagare a rate su Amazon, così che anche tu potrai trovare la soluzione migliore incominciando con il servizio ‘diretto’ offerto proprio da Amazon.

Si tratta di una diretta prosecuzione dell’annunciato progetto Pay Monthly lanciato negli Uk anni fa ed atteso per molto tempo anche da noi in Italia, e che oggi sembra essere diventato realtà. Ecco le possibili alternative:

Pagare a rate su Amazon: 5 rate direttamente dal carrello

La bella notizia di gennaio 2020 è quindi che Amazon prevede ora la possibilità di pagare i prodotti a rate, con un massimo di 5 mensilità, direttamente nel carrello.

Prima di vedere quali sono le modalità per accedere a questo servizio, senza dover richiedere prestiti o finanziamenti, devi sapere che non tutti gli utenti potranno (o meglio possono al momento) accedere al servizio di dilazione del pagamento (la procedura sembrerebbe comunque in una sorta di ‘beta test’). Le ragioni per le quali si può rimanere esclusi sono varie e cioè:

  • non si ha il ‘numero’ di transazioni che Amazon considera sufficienti. Nel regolamento  ufficiale è infatti specificato che come requisito necessario per accedere al servizio di pagamento a rate ci deve essere una cronologia ‘buona’ di pagamenti nel proprio account;
  • non si risulta residenti in Italia;
  • non si ha una carta di debito o una carta di credito associata all’account;
  • si sta acquistando un prodotto che non prevede la possibilità di pagamento a rate.

Quindi in alcuni casi si può superare l’ostacolo con piccoli accorgimenti (scegliere un prodotto rateizzabile, aumentare gli acquisti su Amazon, cambiare prodotto), mentre in altri si devono usare delle modalità alternative alcune delle quali vedremo tra poco.

Limiti e condizioni

E’ necessario scegliere prodotti venduti direttamente da Amazon per i quali sia riportata la dicitura specifica “5 rate mensili da”. Se si ha una rateizzazione, che non è stata ancora conclusa, non si potrà avviare una nuova rateizzazione ma si dovrà finire di pagare l’ultima rata, oppure procedere con l’estinzione anticipata (la gestione dei pagamenti va fatta nella pagina https://www.amazon.it/manage-monthly-payments/).

Ricordiamo inoltre che, in base a quanto evidenziato sul sito ufficiale del colosso Usa, non è possibile pagare a rate con Amazon più di un articolo per Categoria di Prodotti e massimo tre Dispositivi di ciascuna Famiglia (intesa ad esempio come Kindle rider, device Fire, ecc).

Ovviamente può darsi che tu non sia ancora un utente idoneo perché con acquisti insufficienti, oppure perché la carta di credito è in scadenza: nel primo caso potrebbe bastare solo qualche acquisto in più (si deve contattare il servizio clienti per avere chiarimenti) mentre nel secondo va inserito un altro sistema di pagamento con scadenza che non sia nei 20 giorni successivi il pagamento dell’ultima rata del finanziamento Amazon.

Come funziona?

A livello formale non ci sono particolari aspetti da prendere in considerazione. Una volta messo nel carrello il prodotto per il quale è prevista l’opzione di pagamento a rate Amazon (valida anche se ci sono altri prodotti che rimarranno esclusi dalla modalità), e concluso il pagamento, si dà l’autorizzazione a far addebitare le 5 rate sulla carta di pagamento collegata ad Amazon.

Il tutto verrà confermato da una e-mail che verrà inviata sempre dal servizio Amazon (può arrivare entro 10 giorni dalla data di acquisto). Piccole differenze si avranno invece nel caso dei rimborsi e dei cambi. Questi ultimi nel caso si voglia comprare a rate con Amazon non sono infatti possibili.

I resi sono invece effettuabili in base alle normali modalità offerte da Amazon ai propri clienti. L’unica differenza è legata all’importo ancora da restituire. Dal sito ufficiale si legge infatti: “L’importo rimanente dovuto per il tuo acquisto sarà detratto da qualsiasi rimborso.

Quali scadenze?

Infine bisogna considerare l’impegno del pagamento a rate con Amazon in funzione delle altre scadenze che si potrebbero avere, dal momento che il meccanismo di addebito di ciascuna rata è predefinito in base allo schema che riportiamo di seguito:

  • Prima rata: Data di spedizione
  • Seconda rata: 30 giorni dopo la data di spedizione
  • Terza rata: 60 giorni dopo la data di spedizione
  • Quarta rata: 90 giorni dopo la data di spedizione
  • Quinta rata: 120 giorni dopo la data di spedizione

CreditLine

Come specificato nell’articolo appositamente dedicato è oggi disponibile un’ulteriore alternativa per pagare a rate con il colosso americano. Stiamo parlando di CreditLine offerto da Cofidis.

Si tratta di un vero e proprio prestito finalizzato con cui rateizzare i propri acquisti compresi tra i 100 ed i 1500 euro. In realtà l’importo da suddividere in rate è riferito a tutto ciò che è nel carrello e non solo ad un oggetto singolo come in un finanziamento finalizzato tradizionale.

A differenza del caso precedente non stiamo parlando di un prestito a tasso zero vero e proprio visto che è previsto un Taeg che a luglio 2020 supera il 12%.

Per vedere la guida clicca qui

Pagare a rate su Amazon: carta revolving “classica” e la linea di credito

La prima soluzione che proponiamo per pagare a rate su Amazon è forse la più semplice. Amazon, come sappiamo, accetta infatti come metodo di pagamento le carte di credito emesse sui circuiti sia di Visa che di Mastercard.

Quindi se si ha una qualsiasi carta revolving (ad esempio la Db Comfort o la Carta Eureka) la si potrà usare per effettuare l’acquisto online in una sola soluzione, e poi provvedere alla sua rateizzazione.

Con alcune carte di credito revolving come ad esempio la Zerus, arrivando a spendere alcune somme (basta superare cumulativamente nel mese la soglia prefissata) la rateizzazione avviene a tasso zero.

Quindi ad esempio per 500 euro di spesa si pagheranno 10 rate da 50 euro. In modo semplice, senza dover iniziare una pratica di richiesta del finanziamento, si potrà acquistare e poi scegliere come pagare, senza lasciarsi scappare alcuna occasione.

Tra le migliori carte optional revolving troviamo invece la Carta Flexia di Unicredit che oltre alla totale flessibilità garantisce in promozione l’azzeramento del canone per il primo anno ed anche del costo di emissione.

Se se non si è amanti delle carte di credito revolving una valida alternativa si ha con le linee di credito con funzione revolving.

Un esempio lo abbiamo con Cofidis, che permette di ottenere una linea di credito di 2000 euro, alla quale si attinge nei momenti in cui si deve sostenere la spesa.

Pagare rate su Amazon: a tasso zero è possibile!

Le carte revolving senza tasso d’interesse non rappresentano l’unica possibilità di pagare a rate su Amazon. Il colosso dell’e-commerce ha infatti creato una serie di iniziative con prezzi eccezionali ed offerte imperdibili, come ad esempio il Prime Day (destinato ai clienti Prime) e il Black Friday.

Questi avvenimenti si conoscono ormai con un certo anticipo, e ciò offre la possibilità di organizzarsi. Ma in che modo tutto questo ci permette di pagare rate su Amazon?

Ad esempio per un Pc (che non può essere acquistato con il bonus 18 anni Amazon) il cui costo si aggira su Amazon intorno agli 800 euro, non si dovrà fare altro che:

      • comprare i buoni acquisto (magari facendosi comprare i buoni regalo Amazon alle occasioni);
      • ricaricare il proprio conto Amazon di pari importo (ad esempio si comprano 8 buoni di 100 euro, pagabili anche in contanti, uno al mese).

Ciò equivale al pagamento di una rata di pari importo, senza dover sostenere il costo in una sola occasione, superando anche il problema di chi non ha un sistema di pagamento generalmente accettato proprio da Amazon (come ad esempio il contante).

In più, grazie alle promozioni che spesso sono associate a questo sistema si possono ottenere anche dei bonus che possono essere tradotti in sconti aggiuntivi ed un probabile risparmio rispetto all’offerta già selezionata.

Wind Pack: come acquistare il proprio smartphone a rate su Amazon? (Possibilità non più attiva)

Nel corso del 2017 Amazon aveva aggiunto un’ulteriore possibilità di pagare in maniera rateale i propri acquisti. Si trattava di Wind Easy Shopir?t=ricettperbamb-21&l=ur2&o=29 Pagare a rate su Amazon (novità 2020): ti spieghiamo come fare che permetteva di acquistare il proprio smartphone a rate Wind alla stessa maniera di un centro autorizzato Wind comodamente online senza spostarsi da casa.

Per accedere al servizio Wind Pack era sufficiente selezionare l’offerta di interessa, pagare il piccolo anticipo comprensivo della prima ricarica e seguire la semplice procedura guidata via email.

Lo smartphone selezionato (iPhone 7, Samsung 8, ecc) arrivava in pochi giorni direttamente a domicilio (leggi di più qui).

Attenzione alle truffe

Queste sono  le uniche possibili alternative per pagare a rate con Amazon. Eventuali mail che promettono finanziamenti diretti con Amazon sono da considerare phishing è per questo da segnalare (link per sapere come fare:
https://www.amazon.it/gp/help/customer/display.html?nodeId=200540970).

Stesso discorso per venditori presenti online che promettono ‘cose strane’ o meglio non in linea con le linee guida del colosso americano. Da fuggire ad esempio diciture simili a quelle seguenti:

      • ❗ Attenzione ❗ Non utilizzare “Aggiungi al carrello”. Contattateci per la disponibilità del prodotto (con il titolo esatto del prodotto o ASIN) all’indirizzo:
      • Contattaci prima di aggiungere “al carrello” (con il titolo esatto del prodotto o ASIN) all’indirizzo.

In tal caso segnalate il tutto ad Amazon stessa e solo dopo il loro controllo rivalutate la proposta del venditore.

Contenuti correlati



christian bocca

christian bocca

Amante del web nelle sue più ampie sfaccettature, scrive da anni su i più svariati argomenti. Web Master di Migliorprestito.org sovraintende ad una redazione di primo livello formata da autori di decennale esperienza nella scrittura, giornalisti ed in generale personale qualificato nell'ambito finanziario. Cura in prima persona la sezione News.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per vedere la nostra privacy policy accedi al link: https://migliorprestito.org/privacy-policy/Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli alla pagina della Privacy. Cliccando su 'Accetta' si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per la normativa vedi: http://www.garanteprivacy.it/web/guest/regolamentoue/guida-all-applicazione-del-regolamento-europeo-in-materia-di-protezione-dei-dati-personali

Chiudi