Cessione del quinto rifiutata: quali sono i motivi e cosa fare?

Nonostante le rassicurazioni sulla facilità di ottenere la cessione del quinto, questa nella pratica può venire rifiutata.

Ma quali sono i motivi per cui una richiesta di cessione del quinto venga respinta o negata?

Le ragioni possono essere molteplici, ed in alcuni casi il “blocco” può essere superato, mentre in altri si deve cambiare la finanziaria o rassegnarsi cercando un altro tipo di prestito (come ad esempio quello su pegno che è l’unico che non pone questioni sul “merito” di alcun tipo).

Vediamo nel particolare le varie possibili situazioni negative legate ad una cessione del quinto e quali, laddove possibile, le soluzioni da mettere in pratica.

Il ComparatoreProtestati: siSenza garanzie: sitb Cessione del quinto rifiutata: quali sono i motivi e cosa fare?
QuintoSubito (comparatore)Protestati: siSenza garanzie: si tb Cessione del quinto rifiutata: quali sono i motivi e cosa fare?
Signor PrestitoProtestati: siSenza garanzie: sitb Cessione del quinto rifiutata: quali sono i motivi e cosa fare?

Cessione del quinto rifiutata per l’assicurazione

Il finanziamento denominato “cessione del quinto dello stipendio” prevede l’obbligo di stipulare un’assicurazione a copertura di rischio perdita di impiego e rischio morte. Quella denominata “cessione del quinto della pensione” invece impone la stipula della sola copertura assicurativa causa morte.

tb Cessione del quinto rifiutata: quali sono i motivi e cosa fare?
La compagnia di assicurazione può decidere di non offrire la copertura assicurativa se ritiene questa scelta eccessivamente rischiosa. Nel caso del rischio di perdita di impiego il rifiuto può essere condizionato da alcuni settori lavorativi specifici. In questo caso la soluzione è quella di rivolgersi a una compagnia che non ha questo genere di limitazione.

Nel caso della copertura causa morte il rifiuto può essere dovuto a particolari problemi di salute. In questi casi l’ostacolo difficilmente sarà superabile.

Può anche succedere che la compagnia non trovi delle problematiche legate al singolo richiedente (impiego e situazione della salute assicurabili), ma decida di non stipulare una polizza ad un ulteriore dipendente della stessa azienda, per un’eccessiva concentrazione del rischio. Anche in questo caso ci si deve rivolgere ad altra compagnia di assicurazione.

Cessione del quinto respinta per Tfr insufficiente

Per i soli dipendenti privati ci può essere il limite del Tfr. La maggior parte di banche e finanziarie, come ulteriore forma di garanzia, congelano infatti il Tfr che è stato accantonato nell’azienda. Un Tfr insufficiente può essere dovuto a:

  • richiesta di anticipata liquidazione del Tfr;
  • accantonamento in un fondo pensione privato;
  • poca anzianità nella posizione lavorativa.

Questo problema si supera solo rivolgendosi a finanziarie che prevedono la concessione di una cessione del quinto No Tfr. Quest sono però poche e applicano spesso tassi di interesse sensibilmente più elevati.

Cessione del quinto negata per azienda poco “solida”

Vista la particolarità del funzionamento della cessione del quinto, la solidità dell’azienda per cui si lavora è molto importante. A riguardo ci sono delle tipologie poco apprezzate (soprattutto le ditte individuali e alcuni tipi di cooperative) e molto spesso non sono considerate finanziabili le aziende che abbiano meno di 15 dipendenti occupati.

tb Cessione del quinto rifiutata: quali sono i motivi e cosa fare?
Questo genere di problema si può verificare anche quando ci sono vari dipendenti che hanno già richiesto la cessione del quinto alla stessa banca o finanziaria.

Cessione del quinto rifiutata per problemi del richiedente

Il requisito di fondo è la condizione di lavoratore dipendente, che abbia raggiunto un’anzianità minima o di pensionato. E’ però necessario essere dentro ai limiti di età previsti dalla propria condizione, e avere anche un reddito netto (per la cessione dello stipendio) o della quota cedibile (per i pensionati) che sia considerata non solo sufficiente ma anche congrua.

Inoltre la concessione del finanziamento può essere negata anche nel caso in cui il richiedente mostri un eccessivo livello di indebitamento, a meno che non venga usata proprio come modalità di consolidamento debiti o prestiti.

Ti hanno rifiutato la cessione del quinto? Vuoi raccontare la tua esperienza e chiedere un consiglio ad un esperto? Scrivi un commento!!!

12 pensieri riguardo “Cessione del quinto rifiutata: quali sono i motivi e cosa fare?

  • 24 agosto 2017 in 20:02
    Permalink

    Sono un prepensionato e mi hanno rifiutato il quinto cosa posso fare

    Risposta
    • 25 agosto 2017 in 16:03
      Permalink

      Salve Angelo, per una risposta più particolareggiata, può fornirmi dei dati più precisi della sua situazione?

      Risposta
  • 9 dicembre 2017 in 8:16
    Permalink

    Salve io sono un dipendente di condominio e lavoro da ben 27 anni , non riesco ad avere un prestito del quinto ,mi dicono che non superiamo i 15 dipendenti . Però sette anni fa l ho avuto un prestito di 10 000 € e mi è stato comodo questo tipo di prestito . Volevo dire una, cosa che mi fa pensare, se le assicurazioni non assicurano aziende con meno di quindici ma visto che io sono un dipendente di condominio ed è cosa sicura che il condominio non può mai fallire , sono sconcertato come posso fare anche perché non posso fare un finanziamento normale in quanto sono un cattivo pagatore

    Risposta
    • 11 dicembre 2017 in 12:16
      Permalink

      Salve Aldo il limite di 16 dipendenti non è assoluto. Con alcune assicurazioni è possibile superare questi limiti soprattutto se l’azienda (in questo caso il condominio) dove lei lavora è riconosciuta idonea finanziariamente al momento in cui l’assicurazione verifica lo stato patrimoniale.

      La Finanziaria che concede il finanziamento ha come garanzia il TFR accantonato (da 27 anni) e la positività dell’azienda. Non tutte le finanziarie lo fanno e per questo non le rimane che fare vari preventivi. Può essere un idea utilizzare Quinto Subito che la mette in contatto con più consulenti in una volta sola. Per maggiori info legga https://migliorprestito.org/quinto-subito/. Potrà accedere poi al sito cliccando su uno dei banner.

      Risposta
  • 4 gennaio 2018 in 23:08
    Permalink

    È possibile rinegoziare la cessione del quinto lavorando in un’azienda che attualmente è commissariata?
    Più precisamente è in amministrazione controllata. Grazie

    Risposta
    • 5 gennaio 2018 in 13:29
      Permalink

      Salve Giancarlo. Sono situazioni particolari ed è quindi impossibile dare una risposta univoca. L’aspetto da valutare è innanzitutto l’importanza dell’azienda (nel caso ad esempio di Alitalia qualche possibilità in più logicamente si potrebbe avere). Non è comunque un ipotesi totalmente da escludere anche se le poche possibilità possono essere generalmente garantite da piccole finanziarie attive sul territorio che si avvalgono di apposite ‘assicurazioni’ che si assumono il rischio legato in questo caso al commissariamento, logicamente a fronte di condizioni economiche riservate al richiedente la cessione sconvenienti rispetto alle situazioni standard.

      Risposta
  • 10 aprile 2018 in 23:54
    Permalink

    Salve, agos non mi a concesso il quinto dello stipendio nonostante ho un posto fisso da ben 22 anni, un buon tfr maturato…. Mi dicono che l’assicurazione non rischia perché la mia azienda risulta segnalata da varie assicurazioni con qualche problema che non mi dicono…. Vi sembra possibile?

    Risposta
    • 16 aprile 2018 in 20:18
      Permalink

      Salve Umberto. Sfortunatamente è possibile, anzi è una causa comune di cessione rifiutata. Molte assicurazioni si tirano indietro semplicemente per il settore in cui opera un azienda od ancora se si tratta di cooperative oppure ditte individuali. A questo si possono aggiungere le difficoltà economiche con conseguente cassa integrazione, ecc. Ha provato con una sola banca o finanziaria? In questo caso faccia più preventivi magari riferendosi ad un comparatore come può leggere all’indirizzo: https://migliorprestito.org/quinto-subito/

      Risposta
  • 6 maggio 2018 in 1:07
    Permalink

    Salve;io ho già una cessione del quinto in corso fatta circa 2 anni e mezzo fa.
    E una cessione rinnovabile ma siccome lavoro per una società cooperativa le assicurazioni oggi non si assumono il rischio.
    L’azienda ha poco più di 30 dipendenti ed io contratto a tempo indeterminato.
    Perché prima non hanno riscontrato nessun problema e adesso non si riesce a rinnovare?e sopratutto cosa si può fare?
    Grazie

    Risposta
  • 21 maggio 2018 in 16:21
    Permalink

    la cessione del quinto puo’ avere durata dai cinque ai dieci anni , se un dipendente pubblico richiede cessione di sole 36 rate con finanziarie private puo’ essere rilasciato il benestare? Quale articolo del DPR 180/50 lo regolamenta?

    Risposta
    • 23 maggio 2018 in 10:33
      Permalink

      Salve Enrica. Spero di aver compreso bene la sua domanda. Lei può andare in qualsiasi banca, finanziaria od ancora alle Poste, senza particolari problemi. Ricordi comunque che rivolgendosi a finanziarie ‘convenzionate’ con l’inps può ottenere tassi generalmente più favorevoli di quelli normalmente presenti sul mercato. Basta andare alla propria amministrazione e farsi rilasciare il proprio stato di servizio e la dichiarazione stipendiale che, insieme a documento d’identità, codice fiscale e busta paga, dovrà essere presentato all’istituto di credito.

      Per quanto riguarda la durata non stiamo parlando di prestiti pluriennali ma di cessione del quinto e per questo sia nel caso dei dipendenti pubblici che privati il piano d’ammortamento può essere compreso tra i 24 ed un massimo di 120 rate.

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Preference Center

Markets

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli alla pagina della Privacy. Cliccando su 'I Agree' si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Vedi la pagina della Privacy Policy

Preferenze

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli alla pagina della Privacy. Cliccando su 'I Agree' si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Vedi la pagina della Privacy Policy

Non classificati

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli alla pagina della Privacy. Cliccando su 'I Agree' si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Vedi la pagina della Privacy Policy

Statistiche

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli alla pagina della Privacy. Cliccando su 'I Agree' si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Vedi la pagina della Privacy Policy